martedì, novembre 14, 2006

A volte ritorna...

Appena concluso un libro ad acquarello, pensando all’imminente Salon di Montreuil, alle proposte da portare, mi è ripresa la febbre acrilica. Non so dire perché ma stamattina ho riposto la scatola degli acquarelli (che chiudendosi ha fatto un sinistro cigolio), e ho cominciato a far posto sul tavolo ai barattoloni Maimeri. Ho preso un bel cartoncino rugoso, ho letto un testo di Silvia che aspettava da tempo di essere “provato” e ho cominciato. Così senza nessun disegno preparatorio.
Ho voluto sperimentare tutte le possibilità di correzione e ripensamento che offre l’acrilico e che –ahimé- l’acquarello non concede minimamente. Stendevo il colore e poi schizzavo qualcosa con il carboncino, poi continuavo con il colore e poi ancora con il carboncino.
Non so ancora se mai farò un libro con gli acrilici ma, comunque sia, devo dire che è una tecnica estremamente rilassante.
A voi il giudizio.

11 commenti:

Niccolò ha detto...

Secondo me spacchi di brutto anche con l'acrilico.
Bravissimo!

bardamu ha detto...

se l'acrilico è una febbre.. bhè, ti vogliamo più spesso febbricitante ;)

nomad ha detto...

Per una volta salto i complimenti (comunque strameritati) per farti una piccola osservazione: il braccio con cui il dottore tiene la testa del piccolo... a me non piace così, mi sembra innaturale. E' solo una mia impressione probabilmente, ma volevo mettertene a parte.

iodisegno ha detto...

>Niccolò e Bardamu,
troppo gentili

>Nomad
e' una critica che mi aspettavo, ma è una scelta precisa, ho voluto esagerare alcune posizioni, perché avranno una valenza simbolica, le due braccia del dentista doverbbero essere come una grande pinza strappadenti (così li vede la bimba)...
comunque grazie anche a te, ogni valutazione e consiglio sono preziosi. specialmente da chi se ne intende...;)

bombo! ha detto...

antonio BASTA!!!!
tutte le volte che passo di qui mi metti una voglia nuova.... :D

bombo! ha detto...

l'illu è bella però forse per una volta, mio malgrado, devo essere d'accordo con nomad. La spalla del braccio sinistro si trova in una posizione improbabile. L'effetto pinza c'è ma avrei abbassato la spalla. Per il resto c'è ben poco da dire, come ho già detto sopra, vedere la tua roba mi mette voglia di disegnare.

nomad ha detto...

Il fatto che Bombo condivida un mio pensiero mi preoccupa un poco: è lui che matura, o sono io che marcisco? ;-)

carla ha detto...

cia antò, è un disegno bellisimo e forse perchè conosci i miei disegni,
le braccine lunghe sono bellissime (scusa nomad). in ritardo auguri a te e a tua moglie. carla

iodisegno ha detto...

>Nomad e Bombo
In attesa di stabilire chi stia maturando e chi stia marcendo vi ringrazio del vostro commento e prometto che ci penserò

>Carla
Un bacione!!

bombo! ha detto...

nomad è marcio. l'udienza è tolta.

nomad ha detto...

Bombo è maturo, quindi è sulla mia strada e presto mi raggiungerà :-)

@Carla, scusa di che? Ho espresso un parere, tu ne hai uno diverso. nessun problema :-)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...