venerdì, settembre 01, 2006

Ritorno all'ovile...

Va bene, la sbornia acrilica per il momento è passata, contratti firmati e scadenze in rapido avvicinamento mi hanno fatto tornare improvvisamente sobrio.
Ricomincio con i miei amati acquarelli ma sento che la “cura acrilica” ha influenzato inevitabilmente anche il mio modo di colorare ad acquarelli

Bombo mi diceva di fare un tutorial sugli acrilici, ancora non me la sento, sono troppo novellino, ma se vi va eccone uno sul mio ritorno all’acquarello con una procedura nuova di zecca ideata, appunto, tenendo a mente alcune cose del lavoro ad acrilici. Ho fotografato le varie fasi con la mia digitale, le immagini non sono un gran che, spero siano leggibili.



Per iniziare faccio il solito bozzetto veloce a matita colorata definito poi a matita nera grassa sullo stesso foglio.





Poi passo il disegno su carta da acquarello fabriano artistico (su tavolo luminoso) con tratto finissmo azzurrino e ombreggio la scena con grigi e terre (sui visi) fino ad ottenere un giusta tridimensionalità (è la parte più lunga).




Coloro velocemente con tinte molto diluite (mi aiuto anche con ecoline) preparate su recipienti e forme per cubetti di ghiaccio (usate a mo’ di tavolozza), cercando di tenerle ben piatte e sature avendo già dato tutte le sfumature che dovrà avere il disegno, che infatti riemergono fondendosi con il colore. Essendo illustrazioni abbastanza piccole (20x30) uso dei pennelli medi.

Mi sarebbe piaciuto definire le figure con un tratto più fine ma, per ragioni di continuità con un libro della serie fatto in precedenza che aveva il tratto nero forte, rifinisco tutto con la brush pen spezzando molto il tratto.





Ed ecco altre due immagini dello stesso libro. In quella del bagno ho cercato di fare un omaggio agli impareggiabili leggendari, solidi spruzzi d’acqua di Calvin & Hobbes di Bill Watterson.

17 commenti:

bombo! ha detto...

sono commosso, grazie del tutorial, grazie del link!!! corro a provare!

iodisegno ha detto...

e c'è di più, finalmente c'è qualcosa in partenza per posta verso Lucca. Vuoi vedere cos'è o aspetti la sorpresa?

Niccolò ha detto...

Grande, molto interessante questo tutorial!
Aspetto il tuo commento .
A presto.

bombo! ha detto...

mmm... aspetto la sorpresa :D

MB Mattia Bianucci ha detto...

Accidenti quanti barattoli che hai sulla scrivania! Io mi perderei! :)
Sarà che principalmente per colorare uso le matite e gli acquarelli in scodellino....:-)

Cius ha detto...

Hai capito! Interessante questa breve lezioncina! Ti ringrazio del regalo perchè è stato molto gentile da parte tua e come al solito ti rinnovo i complimenti perchè i tuoi disegni mi piacciono sempre di più.
Una curiosità: quei contenitori a mo di "vasetto della marmellata" in miniatura con chiusura ermetica del tappo dove si trovano?? Son proprio utili! (Sto pensando alle mie chine...)
Ah, sul blog oggi ho postato il mio primo disegno colorato completamente al computer, se ti va di farci un salto e lasciarmi un giudizio... ok, ho finito. Ciao!

Bruno ha detto...

Mi piacerebbe avere la calma e la tranquillità per dedicarmi alla colorazione a mano delle cose che faccio.
Ma con le scadenze incombenti devo solo correre, correre, correre e meno male che con photoshop, riesco a dimezzare i tempi di esecuzione, altrimenti incompatibili con le esigenze di alcuni editori.
Complimenti sinceri!

frà ha detto...

... ottima idea quella delle lezioni di disegno ... cercavo per l'appunto qualcosa sull'acquerello!! :-)
(dovrei riprendere a disegnare e mi sento al quanto confusa)
ciao e grazie
frà

viviana ha detto...

che bello questo tutorial.
Le immagini finali non sembrano degli acquerelli...Antò l'acrilico ti ha preso del tutto :)))

Bellissime le tavole...mi sembra di rivedere il mio ultimo fine settimana!
Ti abbraccio.

iodisegno ha detto...

Vi ringrazio tutti quanti, siete molto gentili e sono felice di poter condividere con voi qualche "scoperta".

>Mb - Potrei fare quella confusione anche utilizzando le matite, non dubitare;)

>Cius - I barattolini provengono dal supermercato più vicino a casa mia, reparto casalinghi...

>Bruno - Calma? hai detto calma? E secondo te se lavorassi con calma ci sarebbe tutto sto casino sul mio tavolo? ;-)

>Fra' - Grazie, spero solo di non aver aumentato la confusione...

>Viviana - Sei molto cara, è proprio pensando alle mamme che sto facendo questo libro (ce ne è anche uno sui papà ma è meno interessante;), sarai una delle prime a riceverlo, quando sarà stampato

tre - | ...| ha detto...

aaah, a me i tutorial piacciono sempre.
quando poi il il risultato finale e' cosi' ancora meglio. a voler essere sincero mi sarebbe piciuto vedere qualche passaggio in piu', ma gia' cosi' mi pare sufficientemente esaustivo.

davvero bello questo stile, vado un po' a spulciare tra i tuoi vecchi post.

3re - | ...|

MB Mattia Bianucci ha detto...

Eilà, ho finito di pubblicare proprio oggi l'ultima tavola della mia nuova storia breve!
Passa di lì a fare un giro! A presto! :)

nomad ha detto...

Cavolo quanto vorrei saper disegnare per imparare da te a colorare. Bravo davvero.

iodisegno ha detto...

>mb
appena ho un attimo faccio un giro e ti dico

>nomad
non credo di essere un gran didatta, quello che ho imparato l'ho imparato da me e credo con i metodi meno razionali che ci possano essere sulla faccia della terra. Comunque, grazie della fiducia! ;)

Piggio ha detto...

solo adesso sono riuscito a firmare
grazie per il tutorial
ha avuto molto successo
anche sul mio blocco!
ottimo insegnante :D

Gianluca Costantini ha detto...

Ti faccio anch'io i miei complimenti, veramente!

iodisegno ha detto...

>Piggio
>Gianluca Costantini
Grazie di cuore anche a voi

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...