mercoledì, marzo 07, 2007

Io lavoro così



Pagina 60 su 86.
Giorni di lavoro febbrile e bello. Non mi ero mai misurato con questa lunghezza e con questo tipo di racconto. Niente di trascendentale, ma quella pur minima dose autobiografica che nutre questo personaggio sta operando un travaso di energie che non avevo preventivato.
Arrivo a sera con una stanchezza che non conoscevo ancora; con i "malesseri speciali" mirabilmente cantati da Battiato.

Non so a chi possa interessare ma vi voglio raccontare il mio metodo di lavoro, anche perché, pensandoci bene, se a qualcuno interessano le mie vane lamentele qui sopra, gli interesserà qualsiasi cosa...

Ho scovato un programmino-giocattolo che mi ha cambiato la vita: Comic Life. Nell'intenzione dei creatori dovrebbe servire ad assemblare foto e disegni in tavole a fumetti, in pratica il poter scrivere direttamente nei balloon e organizzare in due secondi un decoupage di tavola, mi ha permesso di scrivere una cosa che è a mezza via tra una sceneggiatura e uno story board, che era proprio ciò di cui avevo bisogno. Stampando le tavole in formato micro e incollandole su un moleskin ho ottenuto uno strumento di lavoro come ne cercavo da tempo.

Comincio la tavola con un portamine blu su carta ruvida ma leggera poi definisco con una matita dura (H). Scansiono con filtro blu e ritocco eventuali castronerie.
Ottengo una tavola schizzata ma sufficientemente leggibile su cui, con photoshop, aggiungo i balloon di testo.
Poi stampo tutto ed ho così una traccia di lavoro abbastanza definita.
Sul tavolo luminoso sovrappongo alla traccia un foglio Fabriano f4 liscio ed "inchiostro" il tutto con un portamine caricato con mine medie.
Ottengo così la tavola finita da scansionare di nuovo e colorare al computer.

Il tutto con l'ausilio di additivi naturali e sovrannaturali

24 commenti:

Cius ha detto...

Caspita che lavoro.
Scusa ma perchè quando scansioni la tavola col filtro blu e aggiungi i baloons poi la stampi e la ricalchi a tavolo luminoso per riscansionarla la seconda volta?
Non è forse un po' troppo macchinoso?
Una pagina praticamente la fai 3 volte (micromina blu, matita e matita finale su tavolo luminoso)
Alla prima scansione dovrebbe essere possibile giocare con Photoshop per rendere il tratto preciso e netto senza rifare il lavoro... (sono solo supposizioni, eh?)

Ma lo sai che mia moglie è tornata a casa l'altro ieri con Il mio super papà per farmelo vedere e non sapeva che già ti conoscevo?! Ha! Complimenti per il lavoro! E' spassosissimo.

iodisegno ha detto...

>Cius
I vari (troppi?) passaggi mi servono
1. a disegnare in libertà senza farmi condizionare troppo dalla presenza dei balloon
2. a procedere per "affinamenti" successivi delle figure e dei sfondi. Nella fase di schizzo faccio veramente un groviglio di segni e, seppur filtrati attraverso i due passaggi (matita blu e matita normale), producono una tavola sì dinamica ma molto sporca e imprecisa. Il passaggio a tavolo luminoso dovrebbe servire a riversare quella dinamicità in una tavola pulita e ben proporzionata.
Sepoi ci riesca è un altro paio di maniche.
per quanto riguarda il super Papà... beh è il genere di cose che mi provoca un brividino lungo la schiena. Pensare che qualcuno esca di casa, entri in libreria e compri un mio libro è una cosa della quale ancora non mi capacito...

ringraziala da parte mia!!

iodisegno ha detto...

PS. per Cius
Non sono un gran navigatore, ma ogni tanto, seppur silenzioso, passavo sulle tue pagine... ora non le trovo più. Cosa è successo? O sono io che mi sono rincoglionito?

Cius ha detto...

Beh mi trovi sempre su www.quiff.it, il link ufficiale, che è poi un redirect su un blog in Wordpress.
Quando hai voglia ti aspetto anche se la, ahimè per colpa del mio poco tempo, c'è un solo aggiornamento a settimana... però come si dice, si fa quel che si può!

Luc ha detto...

Antonio, veramente molto interessanti questi post di tecnica "allargata" e pieni di considerazioni su come uno lavora e del perchè di alcune scelte, affinate dall'esperienza.
Ci vediamo a Napoli ?
Se no prima o poi mi tocca venire a trovarti al lago .. che veramente, male non sarebbe per niente, visto il posto.

Mastro Pagliaro ha detto...

rimango sempre affascinato dalle postazioni dei disegnatori, nel mio caso è come osservare qualcosa che sento mio ma che è anche di altri, è come condividere qualcosa di molto personale.
mi piace.

viviana ha detto...

Ciao Antonio..i tuoi post sono sempre imteressantissimi...ti abbraccio. Viviana

Andrea Mereu ha detto...

Ma guarda, anch'io tengo l'acqua di Lourdes fra pennelli e pennini!
A parte ciò, devo farti i complimenti per il tuo lavoro e per il blog molto molto interessante.
Grazie per la condivisione della tua esperienza.

bombo! ha detto...

cioè non ho capito bene... chini con budini danone diluiti in acqua santa? :)

Marco ha detto...

Interessantissimo tutto il procedimento! :)

emo ha detto...

Molto molto molto istruttivo, soprattutto per uno come me che sta al disegno come la nutella sta al minestrone...

iodisegno ha detto...

>Luc
Napoli salta, causa lavoro. Ti aspetto al lago..
Ci sarebbe una cosa che vorrei chiederti... ne parliamo in privato

>Viviana,
bacioni e abbracci, fatti sentire, che io sono sempre sepolto...

>Mastro
Anche per me è esattamente così

>Andrea mereu
benvenuto e grazie a te. Quell'acqua serve per qualche colore particolaremente insidioso..;)

>Bombo
Il Danone mi sovraeccita, l'acqua mi calma, una specie di montagne russe..:))

>Marco
grazie, mi chiedo sempre a chi possa interessare quello che scrivo...

>Emo
scusa non posso risponderti devo finire il mio piatto di minestrone alla nutella...;)

Luc ha detto...

ti ho scritto sulla mail sualzo.
se ci son problemi fammi sapere.
Luc

Ketty Formaggio ha detto...

Questo tuo post è davvero bello, complimenti!

iodisegno ha detto...

>Ketty
grazie, benvenuta anche a te e complimenti per il tuo lavoro (ho sbirciato in rete..)

Ketty Formaggio ha detto...

miii... *emozione* #°_°#
Grazie! Fino ad adesso ti vevo sempre lurkato (sembra una brutta parola, ma dovrebbe significare che leggevo senza esprimermi) ma adesso ogni tanto ti passerò a salutare. Buon lavoro!

lele corvi ha detto...

Evito i soliti ma non banali complimenti. Mi piace un sacco vedere come lavorano gli altri...(anch'io sto giusto preparando qualche cosa di simile sul mio sitino)...una domanda: ma Comic Life non esiste anche per il mondo microsoft?
ciao

Bruno ha detto...

Ciao Antonio.
Complimenti per il bel post.
La madonnina di Lourdes è alquanto significativa! :-)))

madmac ha detto...

bella Antonio!
anche a me, come a lele corvi, interessava sapere se esiste un Comic Life per pc

Fabio Lai ha detto...

Comic life pare un bello strumento, penso che lo proverò pur'io.
Interessante metodo di lavoro il tuo.

Luc ha detto...

tap tap tap .... sto aspettando ! ;^)))))

iodisegno ha detto...

Scusate per la latitanza, sono vivo, ma completamente assorbito da questa second life di grafite.
Sono ad otto tavole dalla fine. Il libro frattanto è lievitato a 94 pagine. Evidentemente la mia presunzione è pari sono al mio masochismo.
Vedo la luce. I miei un po' meno, fra il tempo esiguo in cui mi vedono e la barba che ormai ha raggiunto dimensioni di siepe, figli e moglie mi danno del lei e mi chiedono con insistenza che cosa ne ho fatto di Antonio...
un po' di saluti e risposte:

>Ketty
ciao. ti aspetto su queste pagine!

>Lele Corvi
complimenti reciproci e scontati, non so se comic life ci sia per il PC, vedendo che copiano tutto ciò che passa su Apple, credo che prima o poi si troverà :))

>Madmac, grazie e vedi sopra per comic life

>Bruno ormai mi attacco alla bottiglietta come un alpino alla botticella :)))

>Fabio Lai
grazie della visita, benvenuto e complimenti per il tuo lavoro

>Luc
niente paura, ci siamo quasi!

Maurice ha detto...

Nel mio blog
http://www.bistrotchezmaurice.com/?page_id=135
ho inserito il tuo nome con il link al tuo sito.
Spero che non ti dispiaccia se ho anche inserito un tuo disegno nella slide che illustra i miei pittori e disegnatori preferiti.
Nel caso tu fossi contrario, ti prego di segnalarmelo in modo da eliminare l’immagine, al seguente indirizzo:
info@bistrotchezmaurice.com

Ti ringrazio.

iodisegno ha detto...

>Maurice
ciao, molto onorato di essere tra le tue scelte (e parlo anche a nome del mio Cuoco Fernando), magari potremmo organizzare uno scambio in natura tra le nostri arti...;))

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...