martedì, giugno 06, 2006

Dubbi


Questa è la prima tavola di un progetto che vorrebbe far vivere a fumetti il somarello creato per i libri illustrati della PelangiBook. Provenendo da un lavoro di illustrazione ero assolutamente convinto di disegnare delle ricche tavole ad acquarello per mantenere lo spirito originario del personaggio.

Arrivato a metà della prima tavola le mie certezze stavano già vacillando, arrivato in fondo ero ormai convinto che quello non fosse assolutamente il modo giusto per disegnare questo fumetto.
Tutto mi sembrava troppo statico ( e faticoso!!). Quindi sono ripartito con tratto nero (pennellino di martora + china W&N) e photoshop, ma i dubbi non si sono dissipati.
A giorni alterni preferisco l’una o l’altra versione, tanto che non riesco neanche a completare la seconda versione (anche per via delle scadenze accumulate con l’illustrazione che mi gridano di smettere di trastullarmi con il fumetto…).
Se vi va, postatemi le vostre preferenze, ne farò tesoro.

8 commenti:

Thomas ha detto...

Ciao Antonio, per il mio personale gusto preferisco il segno della tavola
in photoshop( che trovo davvero efficace), e l' acquerello come colorazione.

iodisegno ha detto...

grazie thomas,
dovrei stampare le tavole finite su carta da acquarello (un po' come fa Giardino) perchè non riesco ad ottenere quel segno più fresco su una tavola che devo anche colorare sull'originale (questioni di nervi credo, mi cago un po' sotto di non poter ritoccare il segno nero e automaticamente sbaglio qualcosa...)
Ma il procedimento è un po' costoso e non me lo posso ancora permettere.
Farò un corso di meditazione Zen e cercherò di lavorare il colore sull'originale.

ohm!

ciao

Bruno ha detto...

Cavolo, è un po' come chiedere ad un bimbo "Vuoi più bene alla mamma o al papà?".
Se proprio debbo esprimermi, da addetto ai lavori, ti consiglio Photoshop, perchè secondo come lo usi riesci ad ottenere le stesse atmosfere dell'acquarello, ma ti offrirebbe maggior velocità di esecuzione e praticità, il che non è poco. Comunque, davvero complimenti per il lavoro, è molto bello.

iodisegno ha detto...

Ciao Bruno,
trovi veramente che la colorazione a photoshop possa supplire degnamente l'acquarello?
in effetti a tempi e possibilità di correzione non c'è paragone tra photoshop e l'amato/odiato acquarello.
terminerò anche la tavola a photoshop e poi la esporrò al pubblico ludibrio per mendicare la sentenza definitiva dagli internauti...

Niccolò ha detto...

Ciao IoDisegno,
sono perfettamente d accordo con Bruno, puoi fare delle grandi cose con Photshop, io lo uso per similare sia l'acquerello che l'acrilico e ti posso assicurare senza dubbio alcuno che con un pò di pratica si ottengono cose estremamente gradevoli.
Cmq mi piacciono molto le tue cose e ti voglio linkare.
La tavola più bella è ovviamente, almeno per me quella realizzata con Photoshop!

iodisegno ha detto...

ti ringrazio Niccolò,
infatti il busillis non era se photoshop fosse in grado di fare certe cose, ma se IO fossi in grado di fargliele fare.
Dopo l'autorevole Bruno, anche la tua opinione mi conforta.

PS. Ora mi vado a fare un giro nel tuo blog

Bruno ha detto...

Qualche giorno fa, nel mio Bolg, ho postato un commento relativo al mio impegno per la colorazione di "Willy Wonder" per gli Humano. Ebbene, la colorazione di quei models sheet con effetto acquarello, l'ho fatta con Photoshop. Se vai nel mio sito alla pagina dei fumetti, potrai trovare altri esempi.
Attualmente sto lavorando alle prove per un'altra serie degli Humano, "Garouilles" ed anche in questo caso, la colorazione richiesta è di tipo "a mano" e, grazie a photoshop, i risultati che ho ottenuto sono più che soddisfacenti. Al principio, nemmeno io pensavo che sarebbe stato possibile, o che potessi esserne capace. Ma poi, sai com'è, le infinite possibilità offerte dal programma sono li alla portata, in attesa che noi riusciamo a scoprirle.
Quasi quasi, chiedo alla Adobe di riconoscermi un piccolo rimborso per la pubblicità che gli sto facendo! :)))

MB Mattia Bianucci ha detto...

Acquarello tutta la vita!^_^
Non che sia contro Photoshop, questo programma cela enormi possibilità ancora da scoprire...ma il calore del "tocco umano" non sarà mai riproducibile da una macchina, ma solamente molto ben imitabile.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...